• DOTT. FRANCO LISI SPECIALISTA IN FERTILITÀ

    DOTT. FRANCO LISI SPECIALISTA IN FERTILITÀ

  • ESAMI DIAGNOTICI PER LA FECONDAZIONE ASSITITA

    ESAMI DIAGNOTICI PER LA FECONDAZIONE ASSITITA

  • PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA

    PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA

  • FARMACI E PMA - PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA

    FARMACI E PMA - PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA

  • GLOSSARIO della fecondazione assistita

    GLOSSARIO

  • NOTIZIE ED APPROFONDIMENTI SULLA PROCREAZIONE ASSISTITA

    NOTIZIE ED APPROFONDIMENTI SULLA PROCREAZIONE ASSISTITA

La FIVET, la ICSI e la inseminazione artificiale, la diagnosi e la terapia della sterilità di coppia sono gli argomenti che Franco Lisi studia a Roma da anni.

BENVENUTI AL CENTRO DI MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE

Il Clomifene citrato é il farmaco attualmente di più semplice impiego ed in generale maggiormente utilizzato nei protocolli per indurre l'ovulazione.

PROTOCOLLI DI STIMOLAZIONE FOLLICOLARE

La fecondazione assistita in vitro è una metodica i cui primi risultati risalgono a trent'anni fa, ed è una procedura in grado di risolvere tutte le patologie riproduttive.

TECNICHE DI RIPRODUZIONE ASSISTITA

Le probabilità di successo delle tecniche di riproduzione assistita dipendono in parte dalla patologia che ha determinato l’infertilità e dall’età della partner femminile.

PROBABILITA' DI SUCCESSO CON FIVET E ICSI

Esami Diagnostici

Nel concetto di prima visita il primo punto da chiarire è quanto dover aspettare prima di rivolgersi al medico esperto in diagnosi e terapia della sterilità di coppia.

esami diagnostici per fecondazione assistita roma

Il tempo di attesa può variare a seconda dell’età della coppia o meglio della età della partner femminile. In una coppia dove la donna é giovane classicamente si aspettano 2 anni prima di iniziare l’iter diagnostico e terapeutico. Ma in una coppia dove la partner femminile non è più giovane dal punto di vista riproduttivo (quindi che abbia già superato i 35 anni) l’iter diagnostico può essere cominciato già molto prima senza aspettare. Lo stesso si può dire di quelle coppie dove già in un precedente matrimonio si è sperimentata una lunga attesa infruttuosa, oppure in quelle coppie dove la donna ha una familiarità di menopausa precoce. Nella prima visita ci sono alcuni punti fondamentali che vanno assolutamente esplorati:

1. Raccolta dei dati personali e anagrafici.
2. Raccolta di una accurata e dettagliata anamnesi fisiologica, medica e chirurgica generale.
3. Comprendere con i pochi esami che spesso la coppia porta alla prima visita dove possa risiedere il problema riproduttivo.
4. Se è una coppia che è già stata in cura presso altri centri fare tesoro di quello che si è già fatto in altri centri.
5. Richiedere altri esami che possano portare ad un completamento della diagnosi.
6. Ultimo punto "qual'é il miglior centro di fecondazione assistita a Roma", "qual'é il miglior centro di riproduzione assistita in Italia". Il miglior centro di fecondazione assistita é quello che fornisce alla coppia tutti quegli strumenti culturali che le permettano di comprendere qual’è il suo problema riproduttivo e quali sono i possibili rimedi e spiegare anche quali sono i limiti della riproduzione assistita. Fornire anche alla coppia gli strumenti culturali per comprendere il concetto di RISERVA OVARICA e il tempo di durata della fertilità femminile.
7. Cercare anche di descrivere uno scenario a lungo termine.

esami diagnostici per fecondazione assistita roma

Nel corso della prima visita il medico dovrà inoltre esaminare la situazione di legge in Italia e spiegare alla coppia quello che è possibile e quello che non è possibile fare. La recente sentenza della Corte Costituzionale (giugno 2009) cambierà notevolmente il panorama della riproduzione assistita in Italia riportando le percentuali di successo ai massimi livelli. Pertanto non sono più necessari i terribili viaggi all'estero in strutture spesso poco qualificate dove lo standard assistenziale é lontano dall'essere paragonabile a quello italiano, progetto di legge contro il quale il dott Lisi si era battuto http://www.radioradicale.it/scheda/148214/225953-la-discussione-politica-sul-disegno-di-legge-in-tema-di-procreazione-medicalmente-assistita.

Le coppie italiane finalmente saranno più tutelate e NON DOVRANNO PIU' ANDARE FUORI DALL'ITALIA

La possibilità di inseminare più di 3 ovociti aumenta i risultati positivi nelle tecniche FIVET o ICSI in maniera sostanziale soprattutto in quelle coppie dove la donna ha una età superiore ai 37 anni che viene indicato convenzionalmente e biologicamente come l'età in cui la velocità di perdita di ovociti ogni giorno raddoppia e la percentuale di ovociti anomali aumenta sensibilmente.
Purtroppo nonostante la notevole frequentazione dei siti Internet da parte delle coppie italiane con problemi riproduttivi, questa sentenza della corte di Cassazione è passata inosservata e, ad oggi sono ancora numerose le coppie che per problemi riproduttivi si recano all'estero, affrontando costi notevoli e sottoponendosi a stress importanti che non aiutano le percentuali di successo e soprattutto presso centri reperiti solo con l'ausilio del web privi di garanzia di serietà.

Purtroppo dovranno continuare ad andare all'estero:
1) Le coppie che necessitano di fecondazione eterologa (donazione di spermatozoi o ovociti).
2) Le coppie con patologie genetiche o cromosomiche che necessitano della diagnosi preimpianto (alcune sentenze di tribunale l'hanno autorizzata anche in Italia).
3) Le donne single.

esami diagnostici per fecondazione assistita roma

A PROPOSITO DELLA DIAGNOSI PREIMPIANTO

Si enunciano di seguito le sentenze di giudici che hanno autorizzato la diagnosi preimpianto:
a) 25/9/07 il giudice Maria Grazia Cabitza del tribunale di Cagliari autorizza ad eseguire la diagnosi preimpianto.
b) 22/12/2007 il Tribunale di Firenze autorizza la diagnosi preimpianto.
c) 23/1/2008 il TAR del Lazio ha accolto il ricorso di Madre Provetta, Amica Cicogna e WARM, annullando per eccesso di potere le linee guida e il divieto alla diagnosi preimpianto.
d) 13/1/2010 Il giudice Antonio Scarpa, del Tribunale di Salerno, ha autorizzato la diagnosi genetica preimpianto ad una coppia fertile portatrice di una grave malattia ereditaria.

Queste sentenze potrebbero costituire un presupposto per la modifica della legge per quanto riguarda la effettuabilità della diagnosi preimpianto in Italia.

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo il 1/4/2010 ha condannato lo stato austriaco perché la legge di quel paese vieta il ricorso alla fecondazione eterologa. Secondo la Corte, il divieto violerebbe l’articolo 8 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Poiché analogo divieto esiste nella legislazione italiana, il provvedimento potrebbe provocare un effetto a cascata anche sul nostro paese.

Per maggiori approfondimenti sulla fase diagnostica visita le pagine di questo sito.

Richiedi una consulenza on line

La Consulenza online ha la finalità di dare ai pazienti suggerimenti diagnostici e terapeutici: naturalmente questa non sostituisce una approfondita consultazione da parte del Dott. Franco Lisi ma può in alcuni casi essere di estremo aiuto.
Nel caso in cui non abbiate tutte le informazioni necessarie alla completa compilazione del questionario di seguito vi invitiamo a contattare il Dott. Franco Lisi.

Per tutti coloro che avranno compilato in ogni sua parte il form per la consulenza online gratuita e lo avranno inviato, se dopo aver ricevuto una prima risposta decideranno di contattare telefonicamente il Dott. Franco Lisi , avranno diritto ad uno sconto del 50% sul prezzo della sua prima visita. Inviate il form compilato. Sarete contattati rapidamente per un primo appuntamento senza impegno. Cliccate e potrete compilare il form della Consulenza On Line

Informazioni aggiuntive

Il Dott. Franco Lisi è a disposizione dei propri pazienti per qualunque chiarimento in relazione a problemi di fertilità, sterilità e infertilità sia maschile che femminile. Potrà inoltre rispondere alle vostre domande relative alla PMA o procreazione medicalmente assistita, alla fecondazione assistita, al percorso della coppia ed alle possibilità di successo della fivet e dell'icsi.
Potete chiamare il Dott. Franco lisi durante l' orario di ufficio dal lunedì al sabato mattina al Numero Verde 800 926071 oppure al telefono 06 86094776 ovvero al cellulare 347 2684486. Potete scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fecondazione eterologa: tutto quello che dovete sapere

fecondazione eterologa roma

La fecondazione artificiale è stata oggetto negli anni di un articolato dibattito, in particolare relativo all'uso di alcune tecniche, come la fecondazione eterologa, la clonazione, la commercializzazione di embrioni, la maternità surrogata, la produzione di embrioni a fini di ricerca o di sperimentazione che suscitano controversie di tipo etico. In seguito a tale dibattito è stata varata la legge 19 febbraio 2004 n. 40 che ha vietato tali pratiche. Ma le discussioni sull'argomento non si sono certo concluse con la legge 40. Infatti si è tenuta nel 2005 una consultazione referendaria articolata in quattro referendum per abrogare alcuni punti dell'attuale legge sulla fecondazione, giudicata dai referendari troppo restrittiva nelle tecniche utilizzabili. L'affluenza alle urne del 25,9% non ha però permesso il raggiungimento del quorum. Da allora comunque, per effetto di alcune decisioni della Corte costituzionale è stata progressivamente dichiarata l'illegittimità degli elementi essenziali della legge 40. In particolare la Corte ha ritenuto incostituzionale il limite di produzione di tre embrioni nonché l'obbligo legislativo di "un unico e contemporaneo impianto". Infine la Corte Costituzionale , dopo aver inizialmente respinto la questione di costituzionalità sul divieto di fecondazione eterologa, ritenendo tale scelta rientrare nel legittimo esercizio della discrezionalità del legislatore, ha dichiarato illegittimo il divieto della fecondazione eterologa con la sentenza del 9 aprile 2014. Si tratta di una affermazione giuridica che apre le porte alla fecondazione eterologa ed alla ovodonazione in Italia.