• isterosalpingografia

Isterosalpingografia

L'isterosalpingografia ( ISG ) è un esame radiologico dell'utero e delle tube imprescindibile per verificare la pervietà delle tube, la loro morfologia, l'eventuale presenza di lesioni patologiche e per evidenziare la morfologia della cavità uterina. . Consiste nell'iniettare attraverso il canale cervicale nella cavità uterina un mezzo di contrasto opaco e nell'eseguire una serie di scansioni radiografiche per studiarne il percorso e il decorso.

isterosalpingografia

Tale esame viene praticato frequentemente nella diagnostica per la sterilità e viene utilizzato anche per studiare la causa di aborti ripetuti perché può dare informazioni anche sulla morfologia della cavità uterina. Deve essere eseguita preferibilmente nella prima parte del ciclo (primi 7 o 8 giorni o immediatamente alla fine delle mestruazioni) per evitare che l'immissione del liquido di contrasto all'interno dell'utero possa incontrarsi con una gravidanza iniziale.

Nella cavità uterina, l'isterosalpingografia può evidenziare la presenza di fibromi sottomucosi che alterano la cavità uterina. In caso di fibromi in prossimità degli angoli tubarici l'isterosalpingografia può evidenziare l'eventuale occlusione delle tube. L’esame è raramente doloroso. Durante l'esame la donna è stesa con le gambe posizionate come per eseguire una visita ginecologica. Uno speculum viene inserito in vagina per consentire la visualizzazione della cervice ( canale cervicale ). La cervice viene detersa e disinfettata. Viene poi posto sull'addome un apparecchio radiografico che permette allo specialista di verificare su un monitor il percorso del mezzo di contrasto lungo il decorso tubarico; questo passa lentamente nell'utero e nelle tube di Falloppio attraverso il sottile catetere. Il mezzo di contrasto determina un’opacizzazione progressiva dell’utero e delle tube (o salpingi), e arrivato all’estremità distale ( ampollare ) di queste tende a riversarsi in cavità peritoneale. A questo punto l’esame si interrompe poiché con l’acquisizione di radiogrammi seriati si è ottenuta la visualizzazione dell’intero apparato riproduttore femminile. L’esame può evidenziare tre situazioni:

isterosalpingografia

A) la perfetta pervietà tubarica,
B) l’occlusione monolaterale o bilaterale delle tube,
C) situazioni intermedie di danno tubarico ossia quelle situazioni in cui le tube sono aperte ma sicuramente danneggiate da infezioni pregresse e la loro funzionalità è forse danneggiata o incompleta. L’isterosalpingografia non può verificare se la peristalsi tubarica ( la capacità di contrarsi e far progredire in avanti il contenuto) è regolarmente mantenuta. Dura all'incirca 10 minuti e dopo l'esame in genere si è in grado di fare tutto. Per ridurre il fastidio si può prendere un antidolorifico.

Molte donne presentano lievi effetti collaterali dopo aver eseguito una isterosalpingografia; questi non sono rilevanti e nella maggior parte dei casi scompaiono molto rapidamente. Gli effetti collaterali possono consistere in perdite vaginali vischiose quando parte del fluido fuoriesce dall'utero, crampi, debolezza o nausea, lieve sanguinamento vaginale.

L’isterosalpingografia non viene eseguita se una donna è incinta, se ha una infezione pelvica, se è allergica al mezzo di contrasto utilizzato nella procedura o se presenta un consistente sanguinamento uterino.

L'esame é assolutamente indolore e la paziente può venire da sola a eseguirlo e può tornare a casa da sola guidando il proprio automezzo. Il "miglior centro di riproduzione assistita" é quel centro che non si concentrerà esclusivamente sulla variabile ovulatoria o su quella seminale ma che contemporaneamente eseguirà anche una valutazione della pervietà tubarica.

Nella immagine precedente si osserva una Isterosalpingografia con tube completamente chiuse.

Nella immagine precedente si osserva una Isterosalpingografia con tube perfettamente aperte e abbondante passaggio del mezzo di contrasto in addome.

Isterosalpingografia con situazione intermedia: entrambe le tube si iniettano con il mezzo di contrasto (una é filiforme, l'altra dilatata) ma non si osserva il passaggio del mezzo di contrasto in addome.

Richiedi una consulenza on line

La Consulenza online ha la finalità di dare ai pazienti suggerimenti diagnostici e terapeutici: naturalmente questa non sostituisce una approfondita consultazione da parte del Dott. Franco Lisi ma può in alcuni casi essere di estremo aiuto.
Nel caso in cui non abbiate tutte le informazioni necessarie alla completa compilazione del questionario di seguito vi invitiamo a contattare il Dott. Franco Lisi.

Per tutti coloro che avranno compilato in ogni sua parte il form per la consulenza online gratuita e lo avranno inviato, se dopo aver ricevuto una prima risposta decideranno di contattare telefonicamente il Dott. Franco Lisi , avranno diritto ad uno sconto del 50% sul prezzo della sua prima visita. Inviate il form compilato. Sarete contattati rapidamente per un primo appuntamento senza impegno. Cliccate e potrete compilare il form della Consulenza On Line

Informazioni aggiuntive

Il Dott. Franco Lisi è a disposizione dei propri pazienti per qualunque chiarimento in relazione a problemi di fertilità, sterilità e infertilità sia maschile che femminile. Potrà inoltre rispondere alle vostre domande relative alla PMA o procreazione medicalmente assistita, alla fecondazione assistita, al percorso della coppia ed alle possibilità di successo della fivet e dell'icsi.
Potete chiamare il Dott. Franco lisi durante l' orario di ufficio dal lunedì al sabato mattina al Numero Verde 800 926071 oppure al telefono 06 86094776 ovvero al cellulare 347 2684486. Potete scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Guarda il video
Franco Lisi - docplanner.it

CASA DI CURA VILLA MAFALDA,
V. M.TE GIOIE 5 - 00199 ROMA
Telefono: 06 86094776
Cellulare: 347 2684486
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

numero verde fecondazione assistita roma