• Sindrome da Ovaio Policistico (PCOS)

La sindrome da ovaio policistico (PCOS)

SINDROME OVAIO POLICISTICO (PCOS) O POLICISTOSI OVARICA O PCOS

La sindrome dell'ovaio policistico descritta per la prima volta da Stein e Leventhal nel 1935 è caratterizzata essenzialmente da disturbi del ciclo mestruale (scarse o assenti mestruazioni o lunghi periodi di amenorrea), segni di iperandrogenismo (acne, incremento della pilificazione) e infertilità da anovulatorietà.

Sindrome Ovaio Policistico (PCOS) Roma

Nella sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) le ovaie si presentano ingrandite bilateralmente ed all'ecografia presentano un tipico aspetto micro-polici-cistico, cioè tante piccole cisti di diametro < 1 cm prevalentemente nella zona corticale, quella più esterna. Questo aspetto è legato alla difficoltà di selezione del follicolo dominante e di ovulazione.

Immagine di ovaio policistico

Immagine di ovaio non policistico con follicolo periovulatorio

La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) insorge tipicamente subito dopo il menarca ed i soggetti affetti sono spesso ragazze sovrappeso, talvolta francamente obese anche se esiste una variante della sindrome in donne assolutamente magre. Oltre alle irregolarità mestruali caratterizzate da flussi mestruali molto distanziati nel tempo, presentano segni di acne ed un moderato aumento della crescita dei peli che si distribuiscono anche in zone tipicamente maschili come il torace, il dorso, il mento e le guance, la linea alba (sotto l'ombelico).

Con il passare degli anni particolarmente nelle donne che presentano un significativo incremento del tessuto adiposo può associarsi a malattie cardiovascolari, a disturbi del metabolismo glucidico e lipidico.

Questa patologia è abbastanza frequente fra le donne infertili per i problemi di ovulazione che determina. Nella popolazione generale, in circa il 25% delle donne si evidenzia la presenza di ovaie policistiche all'esame ecografico, sebbene molte di esse non presentino alcuna sintomatologia che faccia pensare alla sindrome dell'ovaio policistico. Il fenomeno si osserva anche nel 14% delle donne che fanno uso della pillola anticoncezionale, perché spesso la paziente e il ginecologo trovano utile l'assunzione della pillola anticoncezionale come regolarizzatore della cronologia mestruale.

Sindrome Ovaio Policistico (PCOS) Roma

Ovaio Policistico e complicanze dermatologiche

L'acne (papule, pustole comedoni, noduli), la seborrea, l'irsutismo (crescita di peli con caratteri e localizzazione caratteristici del sesso maschile) l'alopecia endrogenetica (diradamento dei capelli) rappresentano le manifestazioni dermatologiche dell'ovaio polistico (PCOS). Purtroppo molte donne non prendono nella dovuta considerazione questi problemi e non li considerano dei veri e propri "sintomi". Per questo non ne parlano con il proprio medico e, di conseguenza, molte PCOS non vengono diagnosticate fino alla scoperta delle cisti ovariche al controllo ecografico ginecologico.

I sintomi esordiscono solitamente in epoca puberale. La comparsa precoce della prima peluria pubica, detta pubarca, che normalmente si verifica tra gli 8 e i 12 anni, può essere uno dei primi segnali e far sospettare la tendenza a questa sindrome. Anche le manifestazioni dermatologiche come la seborrea e l'acne sono spesso sottovalutate. Invece è importante sottoporsi ad una visita specialistica dermatologica e endocrinologica per capirne le cause. Inoltre, esistono oggi numerose opzioni terapeutiche per queste manifestazioni che hanno, oltre che a livello fisico, anche a livello estetico e psicologico un notevole impatto nella vita dei pazienti.

Il punto centrale della PCOS è l'eccessiva produzione di ormoni maschili, iperandrogenismo, da parte dell'ovaio. L'organo bersaglio, in questo caso, è rappresentato dall'unità pilo-sebacea costituita dal follicolo pilifero, sede di origine del pelo, e dalla ghiandola sebacea, produttrice di sebo. L'iperandrogenismo determina un'eccessiva produzione di sebo che, unitamente all'aumento della cheratina nel follicolo pilifero, è alla base dello sviluppo dell'acne comedonica. Questa é caratterizzata dall'accumulo di sebo e cheratina nel follicolo sebaceo. Questo accumulo comedonico può essere sede di un processo infettivo determinando la comparsa delle manifestazioni infiammatorie quali l'acne papulo-pustolosa e l'acne nodulo-cistica.

Richiedi una consulenza on line

La Consulenza online ha la finalità di dare ai pazienti suggerimenti diagnostici e terapeutici: naturalmente questa non sostituisce una approfondita consultazione da parte del Dott. Franco Lisi ma può in alcuni casi essere di estremo aiuto.
Nel caso in cui non abbiate tutte le informazioni necessarie alla completa compilazione del questionario di seguito vi invitiamo a contattare il Dott. Franco Lisi.

Per tutti coloro che avranno compilato in ogni sua parte il form per la consulenza online gratuita e lo avranno inviato, se dopo aver ricevuto una prima risposta decideranno di contattare telefonicamente il Dott. Franco Lisi , avranno diritto ad uno sconto del 50% sul prezzo della sua prima visita. Inviate il form compilato. Sarete contattati rapidamente per un primo appuntamento senza impegno. Cliccate e potrete compilare il form della Consulenza On Line

Informazioni aggiuntive

Il Dott. Franco Lisi è a disposizione dei propri pazienti per qualunque chiarimento in relazione a problemi di fertilità, sterilità e infertilità sia maschile che femminile. Potrà inoltre rispondere alle vostre domande relative alla PMA o procreazione medicalmente assistita, alla fecondazione assistita, al percorso della coppia ed alle possibilità di successo della fivet e dell'icsi.
Potete chiamare il Dott. Franco lisi durante l' orario di ufficio dal lunedì al sabato mattina al Numero Verde 800 926071 oppure al telefono 06 86094776 ovvero al cellulare 347 2684486. Potete scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Guarda il video
Franco Lisi - docplanner.it

CASA DI CURA VILLA MAFALDA,
V. M.TE GIOIE 5 - 00199 ROMA
Telefono: 06 86094776
Cellulare: 347 2684486
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

numero verde fecondazione assistita roma